Da luoghi sospesi

Personale, Galleria Espace, 2009

(...) Pezzettini di legno, carta incisa e vergata in minutissime lettere, lacerti di tela olona, cordini ingarbugliati e pendenti (...). Legati dalla parola, divisi da un incolmabile solco o appaiati e uniti strettamente da vincoli infrangibili, i nidi sono familiari e allo stesso tempo laicamente sacrali. La rete che li ricopre abbandona la sua natura ferrigna per assumere la trasparenza della garza, tessuto che medica e tiene asettiche le ferite e le tiene al riparo sino al momento in cui non si rimarginano. E si apre come fosse la copertina di un libro, cala come le celate degli elmi, si imbozzola per imprigionare i frammenti pressati, i rivoli dipinti in un prevalente viola notte. (...)

Da I voli in viola dai nii d'arte della Nazzari di Alessandra Menesini, L'Unione Sarda, 14/06/2009

 

Materiali: Rame, legno, tessuto di cotone, carta, inchiostri, acquarelli